GFOSSDay 2011: il mio regno per un talk!

Resoconto degli interventi al GFOSSDay di Foggia

Annunciazione, annunciazione: il 24 ed il 25 novembre sarò a Foggia, presso il Dipartimento di Scienze Umane, per il GFOSSDay 2011, la giornata nazionale italiana dedicata al ssoftware geografico libero. Come sempre, parlerò brevemente delle applicazioni del GFOSS in archeologia e introdurrò gli astanti allo scintillante e geograficamente commovente mondo di OpenStreetMap, tutto quanto rigorosamente contornato da succulente patatine con il logo di Ubuntu.

Tutti gli aggiornamenti in near-real-time direttamente su questo post (livetweeting con #gfossday2011).

UPDATE: Day 1

Andata e ritorno in treno. Il GFOSSDay si è svolto nella nuova sede del Dipartimento di Scienze Umane, davvero accogliente e moderna. Come anche per l'ArcheoFOSS 2010, grazie ai ragazzi del Laboratorio di Archeologia Digitale e al team di GFOSS.it, tutto è andato per il meglio. Per punti:

  • il tutorial su GRASS di Madi e Lucadelu è andato bene, anche se un po' lungo con i tempi, ma più che sufficiente a dare un'idea di come funziona "la Morte Nera" (GRASS GIS); peccato non essere riusciti a dare fondo al tutorial specifico per GRASS in archeologia, ma tant'è, le slide sono online.
  • il tutorial su R si è dimostrato davvero all'altezza delle aspettative, IMHO soprattutto grazie ai code chunk di G. Calamita, pronti all'uso, perfettamente documentati e di facile utilizzo; ottima base di partenza per i neofiti.
  • nel pomeriggio ho preferito saltare la sessione in cui le PA presentavano i loro progetti perché ero perfettamente a conoscenza della partecipazione delle autorità pugliesi, con le quali non abbiamo avuto (come comunità di OpenStreetMap) dei buoni trascorsi; i presenti mi hanno confermato che i rapppresentanti dei servizi geografici e dei vari assessorati al territorio della Regione hanno semplicemente fritto aria, rendendosi ridicoli davanti alla comunità del software geografico libero (e davanti agli spettatori via internet) e dando spettacolo di chiusura mentale; mi dispiace immensamente constatare ancora una volta che la Puglia da questo punto di vista è una delle regioni più arretrare, persino tra quelle del sud Italia, visto che la Sicilia ha concesso il ricalco delle ortofoto regionali.

Day 2

Andata in treno, pernottamento in albergo, cena a base di piatti tipici per la sera trascorsa in compagnia (vi ho mai detto quanto è buono il pancotto foggiano?).

  • primi talk sul VGI estremamente interessanti, soprattutto perché hanno dimostrato quanto importante stia diventando la partecipazione attiva dei cittadini ai movimenti di tutela e conoscenza del territorio; in un certo senso, potremmo dire che si riconosce finalmente ai cittadini il merito di aver lavorato per il proprio territorio, prima ancora che alle pubbliche amministrazioni (che in alcuni casi sono estremamente collaborative, in altri decisamente no).
  • interessanti alcuni casi di aziende che, "costrette" a rilevare una certa area urbana per conto di un cliente, ed avendo generato direttamente i dati (e quindi essendone proprietari) hanno deciso di donare tutti i dati ad OpenStreetMap; a proposito di aziende, credo sia il caso di sottolineare come l'apertura di alcuni software geografici liberi (come QuantumGIS) e di alcuni sistemi operativi liberi (come Ubuntu Linux) verso interfacce più intuitive e comprensibili, abbia spianato la strada alla diffusione dei suddetti e ad un modo più democratico di concepire lo sviluppo e la conoscenza del territorio.
  • infine, il mio talk ha visto protagonisti per metà su OpenStreetMap e per metà il software geografico libero in ambito archeologico (poco più che una raccolta di foto, link e testimonianze d'impiego); c'è stato poco tempo per sviluppare il tutto, anche perché eravamo larghi con i tempi, ma tutto sommmato credo di essere stato abbastanza chiaro e convincente; adesso aspettiamo di veder Foggia espandersi su OSM :D
  • interessanti discussioni su argomenti di rilievo internazionale come "È l'alcol il miglior amico dello sviluppatore FLOSS?".

Day 3

Da un lato alcuni amici di GFOSS.it e alcuni volontari dalla Puglia si sono messi in strada per mappare alcuni quartieri di Foggia, dall'altro io, il presidente di GFOSS ed alcuni altri baldi giovani ci siamo cimentati nei talk ai licei. Il talk che abbiamo condotto al Liceo Scientifico "Volta" deve essere stato divertente, perché all'uscita i ragazzi non volevano lasciarmi andare. Credo che il terrorismo psicologico sui sistemi operativi che spiano gli utenti convinceranno molti ragazzi a passare ad Ubuntu ed Android nei prossimi mesi :) Nei talk, per quanto non sia facilissimo, abbiamo anche cercato di spiegare l'importanza dell'utilizzo di software libero nelle scuole, soprattutto in ambito scientifico (e qui ci si ricollega bene al GFLOSS ed a vari casi di impiego per le esercitazioni a scuola).

Miscellanea

  • Last but not least, tutti i treni delle Ferrovie dello Stato da e per Foggia sono stati puntuali.
  • Grazie ad Antonio Falciano abbiamo anche un sqworld ;)
  • le mie slide, qui
  • in attesa di capire dove si può reperire la registrazione dello streaming...